venerdì 31 ottobre 2008

Che rossore!

Da una dozzina di anni e più a questa parte la politica del nostro paese ci ha procurato un sacco di imbarazzi e la situazione sta peggiorando enormemente. Tuttavia c'è un popolo che già da svariati anni ormai sta vivendo una situazione di imbarazzo maggiore... ah ah ah ah!

Uno studio rivela: i preservativi in commercio sono troppo grossi per la media indiana
indiane
In India la lunghezza del pene nelle prime settimane dalla scoperta è diventata un argomento da prima pagina. Adesso è qualcosa di cui non parlare mai...
Il Consiglio indiano per la ricerca medica ha infatti completato nel 2006 una ricerca, durata due anni, che ha coinvolto milleduecento indiani, tutti volontari, a cui è stato misurato il pene al millimetro. Analogamente a quanto era accaduto per un'analoga ricerca in Germania, i risultati hanno provocato un grande imbarazzo nella società indiana: quel che è emerso, infatti, è che la maggior parte dei maschi esaminati ha il pene più piccolo rispetto agli standard internazionali usati per la produzione di profilattici – una differenza che va dai 2,4 ai 5 centimetri. Secondo la ricerca questo implica che, durante i rapporti sessuali, il 20 percento dei condom si sfila o si rompe: uno su cinque, quindi, è inefficace, con le prevedibili conseguenze in termini di gravidanze indesiderate e trasmissione di infezioni di ogni tipo. La soluzione sarebbe produrre per il mercato indiano preservativi più piccoli, ma – come sottolinea il dottor Chander Puri, membro del Consiglio indiano per la ricerca – bisognerebbe venderli nei distributori automatici perché gli uomini si vergognerebbero a chiedere in farmacia la taglia “extra-small”.

Quanto conta la taglia? Il rapporto sulla lunghezza dei peni indiani, comunque, ha suscitato lo sdegno di molti interessati, che si sono affrettati a smentire di essere da meno, per esempio, dei rivali europei. E ha poi scatenato il dibattito sulla stampa locale: è davvero la dimensione quella che conta? Meglio la quantità o la qualità? Medici, scienziati, commentatori di ogni sorta e semplici cittadini sono stati invitati a dire la loro. E spicca, fra questi, la replica di una donna: “Se la lunghezza fosse davvero un grosso problema, qualcuno potrebbe spiegarmi perché la popolazione indiana è così numerosa?”.
Articolo tratto da PaceReporter

Forse la popolazione indiana è così numerosa perché il poco non soddisfa e lo si prende troppo! ah ah ah!
Indiani non fatene un dramma! Sono altre le cose brutte! Ah ah ah ah ah ah ah ah!

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi i tuoi commenti con la semplicità e la sincerità di un ebbro