sabato 10 ottobre 2009

Di cosa parla Videocracy

Trailler di Videocracy su YouTube

locandina di VideocracyIl documentario del regista italo-svedese Erik Gandini racconta una buona fetta del sistema italiano in tutto il suo squallore concentrandosi soprattutto sulla televisione. Per buona parte degli italiani nel documentario non viene detto assolutamente nulla di nuovo, mentre per altri ancora non viene denunciato nulla di strano o di sbagliato ed infatti si tratta di un prodotto realizzato per una proiezione all’estero, non in Italia.
La cosa che ha suscitato più scalpore, procurando al contempo un sacco di pubblicità al documentario, è il rifiuto del trailler da parte di RAI e Mediaset. Anche se non si capisce come mai Mediaset, che ha negato la trasmissione del trailer e ha giudicato negativamente il documentario, in realtà abbia permesso al regista di filmare così tante scene dietro le quinte firmando le relative liberatorie.
Questo a mio avviso dimostra che il livello di censura nel nostro paese ha raggiunto un livello paranoico e che spesse volte è guidato dall'ignoranza perché si abbatte anche là dove non è necessario, procurando così un risultato opposto a quello voluto.

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi i tuoi commenti con la semplicità e la sincerità di un ebbro