lunedì 4 agosto 2008

Novità per il blog


Sappiamo che gli ebbri hanno una percezione della realtà che non è neanche sufficiente alle loro esigenze. Possiamo solo immaginare quante siano le cose di questo mondo che ci sfuggono perché soltanto gli sciocchi ritengono che dopo svariate migliaia di anni di evoluzione non ci sia più niente da scoprire, più niente da creare, più niente di nuovo da immaginare. È ben vero che il grande matematico e fisico scozzese Lord Kelvin nel 1900 affermò che nella fisica non c’è più niente da scoprire. Da fare restano soltanto misurazioni sempre più precise, ma ovviamente all'epoca di Kelvin esisteva solo la fisica classica per cui dal suo punto di vista aveva ragione perché la fisica classica sarebbe terminata da lì a pochi anni. Quando si è andati col fare misurazioni sempre più precise, come il fisico aveva previsto, si è notato che molte cose non solo non tornavano, ma erano addirittura impossibili da comprendere al 100% con le nostre conoscenze e forse anche con le nostre capacità. Nascono le leggi probabilistiche, la relatività e tutta la fisica moderna piena di incertezze e perplessità.

Visto che la realtà fenomenica è uno specchio per le allodole che nasconde una marea di cose ignote mi è sembrato opportuno aprire una nuova rubrica nel blog dedicata ai cosiddetti misteri e alle nuove scoperte e teorie che non senza suscitare grosse polemiche e dibattiti vanno contro le conoscenze precostituite.
Non so ancora come chiamare questa nuova rubrica, perché chiamarla "misteri" sarebbe troppo banale e chiamarla "misteri ebbri" sarebbe troppo riduttivo. Accetto suggerimenti!

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi i tuoi commenti con la semplicità e la sincerità di un ebbro